SCUOLA DI TEATRO

Spesso il teatro viene considerato come mero intrattenimento, come un bel passatempo. Lo scopo della scuola di teatro del Paracadute di Icaro è mostrare invece il suo potenziale artistico e la sua funzione pedagogica.

Pedagogica in quanto viene messo al centro l’individuo, aiutandolo a sbocciare in tutto il suo potenziale, la sua espressività, accompagnandolo nella sua crescita individuale.

Artistico in quanto luogo in cui coltivare e sviluppare la propria creatività, la propria sensibilità artistica. Imparare a buttarsi senza paura di sbagliare, arrivare a sviluppare un pensiero critico e ad usare la scena, quindi la performance, come mezzo per educare le platee, la società.

La scuola di Teatro prevede un percorso formativo completo che offre corsi di teatro per bambini, ragazzi e adulti, workshop e laboratori intensivi con professionisti della scena.

 
 

Lavoro sul corpo: il piacere di giocare ed esprimere il personaggio attraverso di esso. Apprendimento delle regole per stare in scena: ordine, ritmo, attenzione, movimento nello spazio. L’invenzione di una storia semplice e la messa in scena dello spettacolo finale.

Scopri gli orari nella sede più vicina a te!

> Scegli dalla mappa

Il personaggio, la logica narrativa e la sequenza di azioni: eseguire tutto senza perdere la propria vitalità. Allenare il motore della propria forza espressiva. Partendo dall’azione sviluppare il lavoro e la fantasia del gruppo, inventando una sequenza di quadri narrativi che andranno a comporre lo spettacolo finale.

Scopri gli orari nella sede più vicina a te!

> Scegli dalla mappa

Uno spazio per sviluppare la propria forza espressiva, stimolare la vitalità del gruppo e allenare la capacità e sensibilità creativa. Esercitazioni sulla capacità di inventare sequenze di azioni, quadri narrativi, stimolando la fantasia di ognuno e imparando a gestire anche zone emotive complesse.

Scopri gli orari nella sede più vicina a te!

> Scegli dalla mappa

Rinforzo della presenza scenica: tra tecnica e coraggio. L’ascolto di sé e degli altri: sentire, riconoscere, modificarsi. Lavorare sul movimento, sul gesto, la pulizia, la disciplina. Il progetto finale può prevedere la collaborazione in rete con le altre discipline: danza e musica.

Scopri gli orari nella sede più vicina a te!

>Scegli dalla mappa

Il progetto è incentrato sul mettere in scena uno spettacolo complesso e articolato. Permettere di sviluppare una capacità di analisi del proprio personaggio e del processo in relazione alle tematiche dello spettacolo. Costruire scene di movimento e dialoghi, sviluppare capacità di ricerca e duttilità. Il percorso prevede workshop di alta formazione con esperti del settore.

Scopri gli orari nella sede più vicina a te!

> Scegli dalla mappa

Gli allievi selezionati dagli insegnanti, attraverso le competenze apprese, verranno messi alla prova all’interno di uno spettacolo con attori professionisti, inserito all’interno della stagione di teatro ragazzi de Il Paracadute di Icaro. Il corso si intensifica con due giorni alla settimana e prevede seminari di alta formazione con maestri di livello internazionale.

Scopri gli orari nella sede più vicina a te!

> Scegli dalla mappa

Attraverso un percorso triennale gli allievi lavoreranno su tecniche teatrali innovative e approfondite, così da apprendere un ventaglio di conoscenze e strumenti scenici finalizzati alla formazione dell’attore: l’espressione vocale, il movimento scenico, l’improvvisazione, l’analisi del testo, lo studio del personaggio, la costruzione della scena.
Lo scopo è mettere in discussione l’allievo, partendo dal corpo offrire uno spazio in cui è possibile modificarsi, trasformarsi, riscoprire parti di sé. Imparare a creare forme nuove.
Ogni anno di formazione si chiude con l’allestimento di un vero e proprio spettacolo finale. Gli spettacoli potranno essere replicati anche nelle rassegne estive curate dall’associazione.

 

Le basi della formazione dell’attore e la scoperta del proprio potenziale espressivo. Il gioco, lo spazio scenico, l’improvvisazione.

> Guarda gli orari

Continuare il percorso di apprendimento rafforzando la relazione con l’altro e l’ascolto, allargando la propria visione dello spazio scenico. Approfondimenti sulla tecnica, approccio alla costruzione della scena, esplorazione emotiva.

> Guarda gli orari

Per arricchire e raffinare l’esperienza di attori, sviluppando le capacità individuali attraverso esperienze progettuali e performance. La costruzione della scena.

> Guarda gli orari

Guarda le foto dei

Corsi di Teatro

La squadra di Icaro

Artisti e insegnanti del dipartimento di teatro

Vincenzo Calenzo, nato il 13 agosto 1971 a Firenze, ha percorso un cammino significativo nel mondo del teatro e dell’educazione artistica, caratterizzato da un costante impegno verso la formazione, la pedagogia e la direzione artistica.

Dopo aver completato la sua laurea in Scienze della Formazione presso l’Università di Firenze, Vincenzo ha iniziato la sua carriera artistica sotto la guida di maestri influenti come Orazio Costa Giovangigli, Enrico di Marco, e Aurelio Pierucci. La svolta decisiva nel suo percorso formativo è stata l’incontro con Nicolai Karpov, che ha profondamente influenzato la sua visione teatrale e metodologica. La formazione è proseguita con Maria Smaevic, diretta discendente di Karpov, rinomata insegnante al Gitis di Mosca e esperta nel Dipartimento di Movimento Scenico.

La sua carriera teatrale si è arricchita grazie a esperienze significative in produzioni e compagnie, come la sua partecipazione alla Compagnia dei Giovani del Teatro di Rifredi. Tuttavia, una delle sue iniziative più ambiziose ha preso forma quando, insieme a Marta Checchi, ha preso in mano le redini dell’Associazione Il Paracadute di Icaro nel 2008, dando vita al Teatro di Icaro. Prima di questo, Vincenzo e il suo team hanno trascorso sette anni al Teatro Everest e successivamente altri sette al Teatro di Rifredi, periodo durante il quale hanno dato vita a stagioni teatrali dedicate ai bambini, intitolate “Favole in Musica”, basate sulle opere di Italo Calvino le Fiabe Italiane.

Questi progetti non solo hanno arricchito il panorama culturale locale ma hanno anche segnato l’inizio di una nuova era per l’Associazione Il Paracadute di Icaro, culminata con la creazione del Teatro di Icaro. Questo spazio, concepito come un centro culturale polivalente, è diventato il fulcro di un’offerta artistica e formativa dedicata a bambini e ragazzi, includendo laboratori didattici e spettacoli che esplorano il vasto territorio delle arti performative.

Parallelamente alla sua attività di direzione e produzione teatrale, Vincenzo ha dedicato una parte significativa della sua carriera ai laboratori didattici, lavorando con studenti di ogni ordine e grado, dalle scuole materne alle superiori. La sua passione per l’educazione attraverso l’arte lo ha portato a partecipare e a vincere premi in festival di teatro dedicati all’infanzia, testimoniando il suo impegno nell’usare il teatro come strumento di crescita personale e sociale.

La carriera di Vincenzo Calenzo è un esempio eloquente di come la passione per l’arte, unita a un’impegno costante nella formazione e nella condivisione delle proprie conoscenze, possa generare un impatto duraturo sulle comunità e sulla cultura. La sua storia è segnata da una dedizione incrollabile all’arte del teatro e alla pedagogia, contribuendo a formare generazioni di giovani artisti e spettatori consapevoli.

Responsabile del dipartimento di Danza e del dipartimento di Movimento e Benessere, Insegnante di Danza, Teatro e Pilates.

All’età di 5 anni, ha incontrato la danza attraverso lo studio della tecnica classica. La sua
sete di esplorazione l’ha spinta presto a conoscere e ad abbracciare stili diversi, dall’hip hop
alla danza contemporanea, fino a scoprire il Teatrodanza, che fra tutti risuona
profondamente con il suo modo di esprimersi.
Dopo la formazione in metodo Nikolais ha approfondito il percorso di studi in Italia e
all’estero attraverso masterclass e workshop con rinomati maestri nazionali e internazionali,
e ha arricchito la sua esperienza collaborando a più progetti in diverse compagnie teatrali.
Parallelamente allo studio e alla pratica ha iniziato a insegnare a gruppi di bambini e ragazzi.
La danza per Eleonora è più di un’arte; è un potente strumento educativo. Questo l’ha
portata ad approfondire sempre di più il legame tra arte e pedagogia e nel 2015 si è
diplomata in Pedagogia del movimento.
Danzatrice e coreografa, da quasi un decennio, insegnare questa disciplina è diventato il
cuore pulsante della sua identità artistica, plasmata dalla passione e dall’incessante
desiderio di condividere la magia della danza con gli altri

Sin da bambino la passione per il palcoscenico ha mosso le mie azioni, tanto da spingermi nel 2008, dopo due anni di collaborazione con la compagnia di Bari “A più voci” diretta da Paola Martelli, a trasferirmi a Firenze. Mi sono diplomato  nel 2011 presso la scuola triennale di teatro della compagnia Catalyst, presso il teatro Puccini. Ho frequentato il biennio dell’Accademia di Doppiaggio con Roberto Pedicini e Christian Iansante. Successivamente ho avuto modo di lavorare come attore ed educatore con alcune realtà teatrali fiorentine: Pantarei, Catalyst, Cantiere Obraz e Il Paracadute di Icaro. Mi sono specializzato nello studio della biomeccanica teatrale studiando per anni con Nikolaj Karpov e Maria Shmaevich. Ho sviluppato negli anni numerose competenze organizzative, di gestione delle risorse umane, di problem solving e di lavoro in team.

Avevo 7 anni quando ho fatto la mia prima lezione di teatro al paracadute. Ora ne ho 18, quasi 19 e posso affermare che 12 anni fa ho scoperto la mia passione. Mi sono innamorata dell’arte del teatro e non l’ho più lasciato andare. Quest’anno ho inziato il mio percorso da insegnate, ho capito che era arrivato il momento di trasmettere ai bambini tutto quello che avevo imparato in questi anni, sperando che anche loro possano trovare la loro passione e che si possano sentire a casa al paracadute di Icaro, come mi sento io. Tre anni fa una mia compagna di teatro mi ha proposto di creare “il giornalino di icaro”, volevamo ideare uno strumento di comunicazione che mettesse in contatto tutti gli studenti e tutti gli insegnati della scuola delle Arti. Così abbiamo formato una redazione che negli anni si è espansa ed evoluta.

Marta Checchi, instancabile danzatrice, ha iniziato a plasmare la sua storia nell’arte del movimento ancor prima di laurearsi in Pedagogia presso l’Università di Firenze.

Il suo percorso si è dipanato tra le mura di Imago Lab di Firenze, dove ha affinato le sue abilità attraverso le tecniche di maestri come Nikolais, Graham e Limon. Oltre alle esperienze internazionali a Londra e New York, Marta ha arricchito il suo bagaglio artistico con un capitolo significativo in Costa d’Avorio. Lì, immersa nella danza tradizionale africana, ha assorbito la cultura del paese, influenzando profondamente la sua pratica artistica.

Il 2007 segna un punto di svolta, quando Marta si specializza come danza movimento terapeuta presso l’Art Therapy Italiana a Bologna. Questa nuova prospettiva ha aggiunto un livello più profondo alla sua espressione artistica, aprendo nuovi orizzonti nella comprensione della danza come veicolo terapeutico.

Danzatrice, coreografa, pedagogista e danza movimento terapeuta, Marta ha integrato la sua formazione anche nello studio della recitazione con maestri del calibro di Nikolay Karpov e Maria Smaevich. Questa sinergia tra danza e teatro trova espressione nei suoi spettacoli, rivelando un equilibrio straordinario tra movimento e narrazione.

Nel 2008, Marta fonda “Il Paracadute di Icaro”, divenendone Vicepresidente e creando laScuola di Arti Teatrali. Attraverso questa iniziativa, ha portato in scena molteplici spettacoli teatrali dedicati ai bambini e alle famiglie, trasformando l’associazione in un centro vitale per la formazione giovanile.

La storia di Marta riflette un percorso artistico unico, con il teatro danza come filo conduttore e la danza movimento terapia come strumento di connessione con la parte più profonda dell’essere umano. La sua passione continua a ispirare e trasformare sottolineando l’incommensurabile potere dell’arte nella vita di ognuno di noi.

Consegue la laurea magistrale in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale – Discipline dalla musica e del teatro- presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna con votazione 110 e lode, svolgendo il tirocinio universitario presso ERT- Emilia Romagna Teatro Fondazione- dove collabora a eventi di teatro partecipato, lavorando su materiale teatrale e non, con ricerche drammaturgiche in fase di costruzione del testo. Ricopre ruoli di supporto alle attività di produzione, organizzazione e comunicazione durante l’anno di servizio civile presso la compagnia teatrale Motus e lavorando durante le edizioni 2016 e 2020 del Santarcangelo Festival-Festival Internazionale del Teatro in piazza. Inizia la sua formazione teatrale sin da bambina presso il Centro di Teatro Internazionale (CIT) di Firenze e successivamente attraverso stage, seminari e laboratori intensivi con maestri e attori/attrici come Gianluigi Tosto, Valentina Barlacchi (psicoterapeuta della Gestalt, operatrice e regista teatrale), Cathy Marchand (Living Theatre), Cesare Ronconi (Teatro Valdoca) e Maria Karpov (GITIS di Mosca). Diviene operatrice teatrale presso l’associazione culturale Il Paracadute di Icaro che si occupa di attività e manifestazioni artistiche in campo teatrale e
figurativo con finalità pedagogiche rivolte ai bambini ed agli adulti. Qui insegna teatro, partecipa alle produzioni e assolve il ruolo di referente della Scuola Estiva.

Insegnante di teatro.
Diplomata al liceo scientifico e frequentante l’università P.R.O.G.E.A.S.
Da più di dieci anni studio teatro all’interno dell’associazione e al momento faccio parte della compagnia senior.
Ho frequentato i seminari di alta formazione di Maria Shmaevich (biomeccanica testeale) e Rosita Mariani(danza contemporanea).

Mi chiamo Vieri Raddi, ho 24 anni e sono un attore e rapper fiorentino. Innamorato del teatro e della musica fin da piccolo, ho esplorato (e continuo ad esplorare!) le possibilità artistiche che si possono creare nella mia città, cercando di porre attenzione agli spazi in cui condividere momenti creativi con più persone possibile. Collaboro con molte realtà del teatro fiorentino, come Tedavi98, il Teatro di Rifredi e il Teatro delle Donne.
Sono un insegnante di recitazione e di rap al Paracadute di Icaro, e l’energia non mi manca mai!

Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per fini tecnici, statistici e di profilazione. Cliccando su "Accetto", acconsenti all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni sui cookie e su come gestirli, consulta la nostra Cookie Policy